Crociera Isole Grecia Ionica

LE ISOLE DEL MARE DI ULISSE

Tour Grecia Jonica

Itinerario consigliato ma soggetto a modifiche in base alle condizioni meteo.

I° Giorno: Prevesa – Meganisi
II° Giorno: Meganisi – Kalamos
III° Giorno: Kalamos – Kastos
IV° Giorno: Kastos – Itaca
V° Giorno: Itaca – Fiskardo su Cefalonia.
VI° Giorno: Cefalonia – Levkas
VII° Giorno: Levkas – Prevesa

Sabato – Primo giorno: Preveza-Meganisi.
Da Preveza, dopo un’ ora scarsa di navigazione si arriva al ponte girevole di Santa Maura che divide
l’ isola di Levkas dal continente. Da lì entriamo nel così detto “mare interno” una zona di navigazione
bellissima e riparata dalle onde in quanto protetta dalle isole di Levkas e Cefalonia che fanno da scudo
alle onde che arrivano dal largo.
Veleggiata verso una spiaggia di sabbia bianca dove pranziamo e facciamo la prima nuotata in acque
greche, altra vela al pomeriggio verso Meganisi dove passiamo la notte in baia sotto le stelle.

Domenica – Secondo giorno: Meganisi-Kalamos.
Dopo un tuffo nel mare e colazione all’ombra salperemo direzione sud verso l’ isola di Kalamos. Pranzo in navigazione ed arrivo nel primo pomeriggio nella bellissima baia di Porto Leone, vecchio paesino di pescatori ormai completamente abbandonato. Da qui con una passeggiata lungo un sentiero si può arrivare
nel paese principale dell’ isola. Notte all’ ancora nel silenzio più assoluto.

Lunedì – Terzo giorno: Kalamos-Kastos.
Questa tappa ha uno spostamento breve. Al mattino ci muoveremo con la barca nel paese di Kalamos dove provvederemo ad un po’ di spesa fresca, per partire poi verso spiagge di sabbia bianca della vicina Kastos
nostra meta per il pranzo e per i tuffi nel mare sempre più azzurro. In serata veleggiata verso il porto di Kastos e cena, per chi lo desidera, in una delle taverne del porto.

Martedì – Quarto giorno: Kastos-Itaca.
Rotta verso la patria di Ulisse!
Salpati da Kastos ci dirigiamo verso l’ isola di Atoko per approdare nella baia soprannominata
“one house bay”.
Atoko è completamente disabitata e inaccessibile ad eccezione di questa baia dal fondale
cristallino dove potremmo nuotare in acqua pulitissima e pranzeremo con uniche compagne le altre
barche a vela. Nel pomeriggio veleggiata prua verso di Itaca dove approderemo in serata e
scenderemo a terra per visitare il paese e confonderci tra la gente. Questa sera ceneremo comodamente in barca, osservando l’ andirivieni della gente sulle banchine del porto.

Mercoledì – Quinto giorno: Itaca- Cefalonia.
Costeggiamo Itaca sul lato est visitando il bellissimo porticciolo di Kioni ancorandoci per l’ ora
di pranzo per un tuffo nella baia dell’ “albanese” un simpaticissimo ragazzo che
ha colonizzato questa spiaggia deserta, insediandovisi con una piccola roulotte ed
offrendo a chi passa la sua cucina semplice ma molto gustosa.
Nel pomeriggio veleggeremo sino a Fiskardo considerata la ” Portofino greca” dove normalmente
ci si ormeggia fianco a fianco a  megayachts in visita anch’essi a questo paesino da sogno.
Quasi obbligatoria la cena in qualche bel ristorantino sfoggiando almeno per una sera gli abiti migliori…

Giovedì – Sesto giorno: Cefalonia Levkas.
Rotta verso nord, costeggeremo la parte ovest di Meganisi disseminata di grotte che si aprono
sulle sue scogliere a picco sul mare. Il classico tuffo dell’ora di pranzo questa volta da qualche anfratto di questo caratteristico ed inusuale paesaggio e nel pomeriggio veleggiata con il maestrale fino al porto di Nidri dove passeremo l’ ultima notte girando per questo frizzante paese della riviera di Levkas.

Venerdì – Settimo giorno: Levkas Preveza.
Ultimo giorno di vacanza!
Dopo colazione si parte alla volta di Preveza dove arriveremo nel primo pomeriggio, non prima di una
sosta alla spiaggia nord di Levkas, dove potremo ammirare le evoluzioni di centinaia di kitesurfers che
ogni estate popolano questa bellissima spiaggia lunga alcuni chilometri.

Sabato – La vacanza è finita.
In una crociera in barca a vela il tempo scorre lentamente ed è facile passarlo fantasticando e immaginando la prossima tappa; più difficile è rispettare questa programmazione degli itinerari, le condizioni meteo sono variabili e la navigazione a vela dipende in larga misura dalla direzione del vento e dalle condizioni del mare. Forse è proprio a questo che “navigare” ha un suo fascino così forte: la liberta ‘”di andare dove ti porta il vento”.
Perciò le tappe riportate non devono essere necessariamente rispettate nello stesso ordine con cui le descrivo…..
Generalmente alla partenza guardando le meteo avremo indicazioni sufficientemente stabili per i primi 3-4 giorni ed in base a ciò potremo decidere insieme l’ itinerario più bello e divertente che seguiremo nelle vostre vacanze.